Messaggi

Il 16 dicembre (venerdì), in tutti i conventi della Congregazione B.V.Maria della Misericordia, ed anche nella cappella con l’Immagine Miracolosa di Gesù Misericordioso e la tomba di santa Faustina, nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, inizia la novena in onore a Gesù Bambino. Si cantano, in modo tradizionale, le antifone di Avvento e si recitano le litanie in onore a Gesu Bambino – è una preparazione diretta alle feste di Natale. Si può collegarsi a queste preghiere tramite una trasmissione on-line sul sito www.faustyna.pl ogni giorno alle ore 19.00, nella domenica alle ore 18.30, e nella vigilia prima di Natale, alle ore 9.30.

Tra i preparativi per il Natale ciò che conta di più è la cura dell’aspetto spirituale, la preparazione dell’anima alla nuova nascita in essa del Figlio di Dio. Per questo motivo durante l’Avvento facciamo buoni propositi per mettere ordine nella nostra vita spirituale, partecipiamo ai ritiri spirituali, troviamo tempo per riflettere, ci confessiamo. In numerosi Santuari della Divina Misericordia, tra l’altro a Cracovia-Łagiewniki ed a Płock, ma anche in altri santuari e chiese, si formano lunghe code davanti ai confessionali. Senza questa preparazione il Natale sarà privato della goia più profonda che viene dalla presenza di Dio nell’anima, verrà ridotta ai giorni liberi dal lavoro, ad uno scambio dei regali che ci danno soddisfazione solo qualche per momento. Credi che Dio nacque in una mangiatoia di Betlemme, ma guai a te, se non nascerà nella tua anima – scrisse il grande poeta del Romanticismo polacco Adam Mickiewicz.

La Congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia vuole ringraziare tutti i collaboratori, benefattori e donatori, grazie ai quali possiamo creare il sito www.faustyna.pl. che adesso è tradotto in sette lingue, ma anche realizzare tutte le opere di misericordia, soprattutto “la Coroncina per i morenti” e la trasmissione on-line dalla cappella con l’Immagine miracolosa di Gesù Misericordioso e con la tomba di Santa Suor Faustina nel Santuario di Cracovia-Łagiewniki. Insieme partecipiamo alla missione di Gesù che rivela al mondo l’amore misericordioso del Padre Celeste e dona agli uomini la Sua misericordia. Anche attraverso di voi in questo servizio apostolico – cari informatici, traduttori, benefattori e donatori – viene riversata sul mondo la Divina misericordia. Che il Natale sia per voi il tempo di una particolare gioia e pace provenienti dal fatto che il Signore è venuto sulla terra, è con noi e vive in noi quando siamo in stato di grazia. Che il Nuovo Anno 2019 – l’Anno Giubilare della Misericordia – sia pieno della Sua grazia e della misericordia verso il prossimo.

Con questo titolo sono apparse su MP3 gli interventi di p.Krzysztof Wons SDS e delle sorelle della Congregazione B.V.Maria della Misericordia, tenuti durante le giornate degli Apostoli della Divina Misericordia nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, dal 1 al 5 ottobre 2018. Parlano di un amore eterno, amore misericordioso di Dio che rimane fedele e non cambia, anche allora, quando l’uomo non è fedele e abbandona Dio. Gesù ha detto a santa Faustina: “Prima che creassi il mondo, ti ho amato di quell’amore che oggi il tuo cuore sperimenta e per tutti i secoli il mio amore non cambierà mai” (Diario, 1754) e oggi rivolge queste parole ad ognuno di noi.

E accessibile mp3 nella segreteria di “Faustinum” – www.faustinum.pl

Come di solito, ogni terzo venerdi del mese, alle ore 17.00, si celebra la santa Messa in onore alla Divina Misericordia nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, per invocare la misericordia di Dio per la nostra Patria, per il mondo, per le intenzioni dei benefattori, delle persone che sostengono il Santuario di Łagiewniki e delle opere della Congregazione della B.V.Maria della Misericordia. Dopo l’Eucharistia, davanti al Santissimo Sacramento, si recita e si canta la Coroncina alla Divina Misericordia. Sono le funzioni iniziate dal gesuita, padre J. Andrasz, confessore e padre spirituale di santa Faustina, nella terza domenica del mese, già negli anni della seconda guerra mondiale. Il Cardinale F. Macharski, metropolita di Cracovia, ha rimesso la funzione al terzo venerdi del mese. Si può collegare alla preghiera tramite la trasmissione on-line sul sito www.faustyna.pl

L’incontro dei giovani del 22 dicembre nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki si svolgerà prima delle feste di Natale. Perciò il programma sarebbe un po’ diverso. Visto che siamo nell’Avvento, alle ore 19.00 inizierà l’adorazione di lode davanti al Quadro Miracoloso di Gesù Misericordioso e presso la tomba di santa Faustina, dopo di ché sarebbe un’incontro dei partecipanti, con lo spezzare il “pane azzimo”. Le persone che non possono venire fisicamente a Łagiewniki, possono essere collegate tramite la trasmissione on-line sul sito: www.faustyna.pl

Il 22 dicembre di quest’anno nel Santuario nazionale san Giovanni Paolo II, le sorelle della comunità B.V.Maria della Misericordia guideranno la “Serata con Gesù Misericordioso” la quale inizierà alle ore 19.00 con l’adorazione di Gesù nel Santissimo Sacramento. L’incontro, prima di Natale, sarebbe dedicato allo scoprire l’amore misericordioso di Dio nel mistero dell’incarnazione e della nascita del Figlio di Dio. Parlando della Divina Misericordia, soprattutto si pensa del mistero pasquale, dunque questo argomento della misericordia rivelata in una debole carne umana, nel piccolo bimbo, nella povertà….forse sarebbe qualcosa di nuovo per più di una persona – dice suor Gaudia. L’intervento terrà don Paweł Sass, che ha terminato il seminario missionario Redemptoris Mater in Washington e adesso lavora come parroco in una delle parrocchie. Le sorelle faranno anche i piccoli regali di natale, per ognuno dei partecipanti, per suscitare in loro una voglia di diventare sempre più misericordioso.

„Rorate” – è chiamata così la Messa votiva alla Santissima Vergine Maria, celebrata nell’Avvento. Il nome della Messa viene dalle parole : « Rorate caeli desuper » – « scende la rugiada dai cieli ». Si accende presso l’altare la candela chiamata « roratka » addobbata col nastro bianco – simbolo della Madonna ; i fedeli tengono nelle loro mani i lumini che fanno rischiarire le tenebre del tempio e sono un segno di attesa della venuta di Christo. Nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, la Messa « Rorate » viene celebrata lunedì, mercoledì e sabato, alle ore 6.30. Gli utenti di internet possono collegarsi alla preghiera tramite la trasmissione on-line sul sito : www.faustyna.pl

La parola vigilia significa “veglia”. Questa veglia è accompagnata dalla preghiera, dal digiuno e da vari sacrifici, praticati per l’amore di Gesù, con l’intenzione di prepararsi a celebrare la Sua nascita nel corpo umano. Secondo la tradizione cristiana, insieme alla prima stella che appare in cielo (è un riferimento simbolico alla Stella di Betlemme che annunciò la nascita di Gesù) nelle case, conventi e varie comunità, tutti si mettono a tavola per il cenone della viglia di Natale. L’oplatek spezzato nelle famiglie polacche e gli auguri di Natale sono un’occasione di perdono e di conciliazione, quando si crea un’atmosfera d’amore nella quale è presente Dio stesso. Santa Suor Faustina descrisse nel suo “Diario” più Vigilie di Natale. Dell’ultima, che visse nel 1937 a Cracovia, raccontò: Prima del cenone sono andata un momento in cappella per scambiare spiritualmente l’oplatek con le persone che mi amano e sono care al mio cuore, ma sono lontane. Prima di tutto mi sono immersa in una profonda preghiera ed ho chiesto al Signore grazie per loro e poi per ciascuna in particolare. Gesù mi ha fatto conoscere quanto ciò Gli sia gradito ed una gioia ancora più grande ha riempito la mia anima, nel vedere che Iddio ama in modo particolare coloro che noi amiamo. Entrata in refettorio, durante la lettura tutto il mio essere venne immerso in Dio. Vidi interiormente lo sguardo di Dio diretto su di noi con grande compiacimento. Rimasi a tu per tu col Padre Celeste. In quel momento conobbi più a fondo le Tre Persone divine che contempleremo per tutta l’eternità, e dopo milioni di anni ci renderemo conto di aver appena iniziato la nostra contemplazione. Oh, quanto è grande la Misericordia di Dio, che ammette l’uomo ad una così grande partecipazione alla Sua divina felicità, ma nello stesso tempo che gran dolore trafigge il mio cuore per il fatto che molte anime disprezzano questa felicità! (D. 1438-1439). Che Dio trovi posto in ogni casa, ad ogni tavola e in ogni cuore umano. Perché solo in Lui e nella Sua misericordia il mondo ritroverà la pace e gli uomini la loro felicità!

Nelle chiese e nelle cappelle conventuali, anche della nostra Congregazione, a mezzanotte del 24 dicembre viene celebrata una solenne Santa Messa chiamata in polacco Pasterka. È la prima Eucaristia della solennità di Natale, che commemora l’attesa e la preghiera dei pastori di Betlemme, che si affrettarono per salutare il Figlio di Dio, nato in un corpo umano. Le esperienze mistiche di Santa Suor Faustina, descritte nel “Diario” ci aiutano a conoscere meglio quel gioioso mistero della venuta di Gesù sulla terra e del suo dimorare nei cuori puri. Appena usci la santa Messa, il raccoglimento interiore s’impadronì di me, la gioia inondò la mia anima. Durante l’offertorio vidi Gesù sull’altare; era di una bellezza incomparabile. Il Bambinello per tutto il tempo guardò verso tutti, tendendo le manine (D. 347). Dopo la santa Comunione – scrisse in un altro testo – ho sentito queste parole: «Io sono sempre nel tuo cuore, non solo nel momento in cui Mi accogli nella santa Comunione, ma sempre». Ho vissuto queste feste in una grande gioia.(D. 575). Auguriamo a tutti voi che durante la Messa di mezzanotte (Pasterka), durante tutto il periodo di Natale e in ogni giorno del Nuovo Anno vi accompagni la gioia che viene dalla presenza di Dio nelle nostre anime.

Figlia Mia, anch’Io per amor tuo sono sceso dal cielo, per te ho vissuto, per te sono morto e per te ho creato i cieli – disse Gesù a santa Faustina e queste parole rivolge oggi ad ogni uomo. In occasione del Natale e del Nuovo Anno 2019 vogliamo augurare a tutti Voi – nostri cari Collaboratori, Benefattori, Donatori, Persone impegnate in diverse opere apostoliche della Congregazione, tra cui “la Coroncina per i morenti” e la “Coroncina perpetua”, Utenti che visitano il nostro sito e Persone che fanno parte del gruppo del Santuario della Divina Misericordia su Facebook – di scoprire continuamente la presenza dell’Emmanuele – Dio con noi –, di riconoscere i segni del Suo amore misericordioso in tutte le circostanze di vita e di vivere con Lui la propria quotidianità. Che le grazie temporali vi diano gioia e vi conducano al più grande amore di Dio e degli uomini. Che il Nuovo Anno 2019 sia pieno della grazia di Dio e della misericordia verso i bisognosi. Abbracciamo tutti Voi con la nostra preghiera. Che la Misericordia di Dio si diffonda in noi e per noi!

Con queste parole santa Faustina ha descritto il mistero dell’incarnazione e della nascita del Figlio di Dio. L’ha espresso anche in un modo bello e poetico Franciszek Karpiński, nel cantico di Natale, cantato in Polonia:

Dio nasce, la forza trema di paura
Il Signore dei cieli che giace nudo,
Il fuoco coagula, la luce diviene scura
L’Infinito ha i suoi limiti.
Disprezzato, coperto di gloria,
Re dei re diviene Mortale
Il Verbo si fece Carne
Ed abitò in mezzo a noi.

Dio infinito ed eterno che ha preso la nostra carne ed è diventato uomo. Nessuna religione nel mondo non ha dio che sia Creatore e Signore di tutto che esiste, il quale è infinito, uno, santo, trascendente, onnipotente, onnisciente, inconcepibile da nessuna mente né umana né angelica, e nello stesso tempo, nel Suo Figlio, nella carne umana, cosi vicino all’uomo. La contemplazione della misericordia di Dio in questo mistero suscita ammirazione e porta una gioia inesprimibile, perché Dio venne ad abitare in mezzo a noi, il Verbo di Dio – la Misericordia Incarnata. (Diario, 1745).

Grazie al sostegno dei vari benefattori-informatici per la Congregazione B.V.Maria della Misericordia, dall’11 novembre 2018, è iniziata, nella tecnologia Full HD, la trasmissione on-line dal Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki. Siamo contenti di una grande qualità dell’immagine e della voce. La trasmissione è accessibile non solo sul sito: www.faustyna.pl e www.sanktuarium.faustyna.pl, ma anche nell’applicazione: Faustyna.pl per android e iOS e sul Facebook nel gruppo: Sanktuarium Bożego Miłosierdzia, su You Tube nel canale: www.faustyna.pl   Pure tre stazioni televisive: TV via cavo a Nowe Miasto presso Pilica, Tele Giovanni Paolo II in Italia e EWTN Polska (televisione di m. Angelica dagli Stati Uniti) approfittano di questa trasmissione. Il segnale audio della preghiera nell’Ora della Misericordia e della Coroncina alla Divina Misericordia ricevono 11 redazioni della radio. Ringraziamo tutti i nostri Benefattori, grazie ai quali i fedeli da tutti i continenti, in un modo cosi moderno possono collegarsi al Santuario di Łagiewniki, per essere uniti nella preghiera, implorando la misericordia di Dio “per noi e per il mondo intero”, davanti al Quadro Miracoloso di Gesù Misericordioso e presso la tomba di santa Faustina.

Visto che si sta costruendo „Trasa Łagiewnicka”, attualmente si arriva in un altro modo al Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki. Non solo con la macchina o il pullman si dovrebbe arrivare in un altro modo. Anche i pellegrini che vogliono giungere il Santuario tramite il tram devono stare attenti. E annulata la fermata: Sanktuarium Bożego Milosierdzia. Dunque, andando con il tram della linea Borek Fałęcki, bisogna scendere alla fermata ZUS (si dovrebbe chiedere) oppure alla fermata Solvay e giungere cosi il Santuario a piedi.

Pietro e Giuda. Due storie e la Divina Misericordia – con questo titolo nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki nei giorni dal 27 al 31 gennaio 2019 si svolgerà un ritiro per i sacerdoti. Il metodo sarebbe la lectio divina, guidata da don Krzysztof Wons SDS – predicatore, direttore spirituale, direttore del Centro di Formazione Spirituale a Cracovia, professore della teologia di spiritualità. Suor Elżbieta Siepak CBVMdM – autore dei libri riguardanti la vita e la missione di santa Suor Faustina e porta-voce della Congregazione B.V.Maria della Misericordia, terrà gli interventi sulla spiritualità di santa Suor Faustina (primo ed ultimo giorno). Nell’ambiente del silenzio e del deserto, i partecipanti introdotti nella preghiera con la parola di Dio, approfittando anche dell’esperienza spirituale di santa Suor Faustina, potranno approfondire e sperimentare il mistero della Divina Misericordia, per poter proclamarla con un nuovo vigore al mondo. Cosi, per compiere la promessa di Gesù, scritta nel “Diario” di santa Suor Faustina: Ai sacerdoti che proclameranno ed esalteranno la Mia Misericordia, darò una forza meravigliosa, unzione alle loro parole e commuoverò i cuori ai quali parleranno (Diario, 1521). Si guiderà il ritiro nella lingua polacca, senza traduzioni. Per saperne di più e fare iscrizioni: www.faustinum.pl

Seguendo le tracce delle apparizioni di santa Suor Faustina, dopo aver passato il portone di entrata e dopo aver incontrato Gesu Misericordioso come un giovane mendicante, ci fermiamo un po qualche passo piu avanti, sul cortile davanti al convento. Li crescono i vecchi alberi ed un’aiuola con la statua di san Giuseppe, la quale certo, si ricorda bene l’apparizione di Gesù nel maggio 1933. Nel giorno di partenza per Vilnius, il 27 maggio, Suor Faustina è uscita davanti al convento, stava proprio presso l’aiuola. Ha diretto lo sguardo verso il giardino, il convento, si è ricordata quante grazie ha ricevuto qui durante il suo postulandato, il noviziato, anche l’ultimo mese, e tra l’altro, la grazia dello sposalizio perpetuo con Gesù, pure di aver avuto il padre spirituale Giuseppe Andrasz SI che ha capito perfettamente la sua vita spirituale e sua missione. Ha avuto nostalgia di lasciare il convento. Le sono venute le lacrime agli occhi ed allora, inaspettatamente, presso l’aiuola, ha visto Gesù, suo Sposo, che le disse: Non piangere, Io sono sempre con te (Diario, 259). La presenza di Dio che l’ha investito mentre Gesù parlava, durava per tutto il tempo del viaggio di Suor Faustina a Vilnius.

Un’altro luogo delle apparizioni di santa Faustina a Cracovia-Łagiewniki è il convento. Suor Faustina ha avuto gli incontri straordinari con gli abitanti del Cielo nel dormitorio, nell’infirmeria, nel refettorio, sul corridoio, nel parlatorio, nella stanza della superiora o nella sala delle riunioni della Congregazione. Gesù le trasmetteva le informazioni importanti, riguardanti il culto della Divina Misericordia (con il quale è stata mandata al mondo intero), anche nei luoghi abbastanza prosaici come il corridoio prima di entrare in cucina. A metà di settembre 1936 Suor Faustina ha sentito in questo luogo una promessa importante, legata alla recita della coroncina alla Divina Misericordia. Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato – ha detto Gesù. Chiunque la reciterà, otterrà tanta misericordia nell’ora della morte. I sacerdoti la consiglieranno ai peccatori come ultima tavola di salvezza, anche se si trattasse del peccatore più incallito, se recita questa coroncina una volta sola, otterrà la grazia dalla Mia infinita Misericordia. Desidero che tutto il mondo conosca la Mia Misericordia. Desidero concedere grazie inimmaginabili alle anime, che hanno fiducia nella Mia Misericordia (Diario, 687).

Suor Faustina ha avuto tantissimi incontri con Gesù, la Madonna, santa Teresina di Gesù Bambino, le anime del purgatorio. Il 15 agosto del 1937 nel salone della Congregazione, quando le sorelle hanno pronunciato l’atto di elezione della Madonna come una Celeste Superiora Generale della Congregazione, suor Faustina ha visto la Madonna e così ha descritto questo evento: Verso la fine della cerimonia, ho visto la Vergine Santissima che mi ha detto: “O, quanto mi è gradito l’omaggio del vostro amore !”. E in quello stesso momento ha coperto col Suo manto tutte le suore della nostra Congregazione. Can la mano destra ha stretto a Sė la madre generale Michaela e con la sinistra me, e tutte le suore erano ai Suoi piedi coperte dal Suo manto. Poi la Madre di Dio ha detto: “Ognuna di voi che persevererà nello zelo fino alla morte nella Mia Congregazione, eviterà il fuoco del purgatorio, e desidero che ciascuna si distingua per queste virtù: umiltà e mitezza, purezza e amor di Dio e del prossimo, compassione e misericordia”. Dopo queste parole è scomparsa tutta la Congregazione, sono rimasta sola con la Madonna, la quale mi ha istruita circa la volontà di Dio, come applicarla nella vita, sottomettendomi totalmente ai Suoi santissimi decreti. E impossibile piacere a Dio non facendo la Sua santa volontà. “Figlia Mia, ti raccomando vivamente di compiere fedelmente tutti i desideri di Dio, poichė questa è la cosa cara ai Suoi occhi. Desidero ardentemente che tu ti distingua in questo, cioè in questa fedeltà nell’adempiere la volontà di Dio. La volontà di Dio anteponila a tutti i sacrifici ed olocausti”. Mentre la Madre Celeste parlava con me, è entrata nella mia anima una profonda comprensione della volontà di Dio (Diario, 1244). Per saperne di più

Seguendo le tracce delle apparizioni di santa Suor Faustina nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, ci fermiamo un’istante presso un’edificio che aderisce alla via Siostry Faustyny. Le sorelle lo chiamano “Antoninek”. Il vecchio edificio (con la porta precedente) è stato demolito e in questo luogo è stato costruito un nuovo, nel quale si trovano le stanze per i pellegrini e la sede dell’Associazione internazionale degli Apostoli della Divina Misericordia “Faustinum”.

Suor Faustina abitava in “Antoninek” a partire dal settembre 1937 fino al marzo del 1938. Dal gennaio 1938, essendo già malata, molto tempo passava nella sua stanza. Ha descritto nel “Diario”, in quel tempo, più di 50 grazie straordinari. Furono, di solito, gli incontri con Gesù (41) riguardanti la missione di proclamare il messaggio della Misericordia, la vita spirituale e come fortificarsi nella lotta con il satana. E proprio in questo luogo aveva scritto le parole famose di Gesù: Nell’Antico Testamento mandai al Mio popolo i profeti con i fulmini. Oggi mando te a tutta l’umanità con la Mia misericordia (Diario 1588). Qui ha sentito alcune promesse di Gesù riguardanti la Coroncina alla Divina Misericordia, la diffusione del culto della Misericordia e l’Ora della Misericordia.

Figlia Mia, ogni volta che senti l’orologio battere le tre, ricordati di immergerti tutta nella Mia Misericordia, adorandola ed esaltandola; invoca la sua onnipotenza per il mondo intero e specialmente per i poveri peccatori, poichė fu in quell’ora che venne spalancata per ogni anima. In quell’ora fu fatta grazia al mondo intero, la Misericordia vinse la giustizia. Figlia Mia, in quell’ora cerca di fare la Via crucis, se i tuoi impegni lo permettono e se non puoi fare la Via Crucis, entra almeno per un momento in cappella ed onora il Mio Cuore che nel Santissimo Sacramento è pieno di misericordia. E se non puoi andare in cappella, raccogliti in preghiera almeno per un breve momento la dove ti trovi. Voglio il culto della Mia Misericordia da ogni creatura, ma prima di tutto da te, poichė a te ho fatto conoscere questo mistero nella maniera più profonda (Diario 1572).

Suor Faustina ha avuto in quel luogo un’incontro molto importante con la Madonna, la quale ha descritto così: Vidi la Madonna in un grande splendore, con una veste bianca, una cintura d’oro e piccole stelle anch’esse d’oro su tutta la veste e le maniche a triangolo guarnite d’oro. Aveva un manto azzurro gettato leggermente sulle spalle, in capo aveva un velo leggero trasparente, i capelli sciolti, sistemati splendidamente ed una corona d’oro che terminava con piccole croci. Sul braccio sinistro teneva il Bambino Gesù. Una Madonna così non l’avevo ancora vista. Ad un tratto mi guardò amabilmente e disse: “Sono la Madonna dei sacerdoti”. Poi depose a terra Gesù ed alzò la mano destra verso il cielo e disse: “O Dio, benedici la Polonia, benedici i sacerdoti”. E di nuovo rivolta verso di me disse: “Racconta ai sacerdoti quello che hai visto” (Diario, 1585).

Nel tempo della stagione molte persone visitano il Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki. Pregano davanti al Quadro Miracoloso di Gesù Misericordioso e presso la tomba di santa Suor Faustina, approfittano dei santi sacramenti,, visitano il museo con gli oggetti originali dell’Apostola della Divina Misericordia per sperimentare la presenza amorosa di Dio. Le sorelle aiutano loro nel vivere fruttuosamente il pellegrinaggio, proclamando il messaggio della Misericordia; ci sono anche le guide, soprattutto il libro: “Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki. Peregrinatio con santa Faustina” e “Sulle tracce delle apparizioni di santa Suor Faustina”. Il Santuario di Łagiewniki è testimone di più di 280 esperienze straordinarie di santa Faustina, scritte nel “Diario” ed i miracoli i quali sperimentano qui i pellegrini. Praticamente ogni posto, cominciando dall’entrata, e finendo sul tempio, portano le tracce di quei incontri straordinari.

Iniziamo la presentazione di quei luoghi, entrando sul terreno del Santuario, sul cortile del convento. Prima il portone del convento si trovava in quel luogo, perché era chiuso per le persone dall’esterno. Quando suor Faustina lavorava alla porta del convento, i Cherubini vegliavano sulla porta e nell’autunno del 1937 è venuto Gesù, bussando alla porta, come un giovane mendicante. Suor Faustina cosi scrive nel suo “Diario”: Oggi Gesù è venuto alla porta del convento sotto l’apparenza di un giovane povero. Un giovane macilento, con un vestito a brandelli, scalzo ed a capo scoperto; era molto infreddolito, perché era una giornata piovosa e piuttosto fredda. Ha chiesto di poter mangiare qualche cosa di caldo. Sono andata in cucina, ma non ho trovato nulla per i poveri. Però dopo aver cercato un momento ho trovato un po’ di minestra, che ho riscaldato e vi ho sminuzzato un po’ di pane e l’ho dato al povero che l’ha mangiata. Nel momento in cui riprendevo da lui la scodella, mi ha fatto conoscere che era il Signore del cielo e della terra. Appena L’ho visto cosi com’è, mi è scomparso dagli occhi. Quando sono entrata in casa e pensavo a quello che era successo in portineria, ho udito nell’anima queste parole: “Figlia Mia, sono giunte ai miei orecchi le benedizioni dei poveri, che allontanandosi dalla porta del convento Mi benedicono e Mi e piaciuta questa Tua Misericordia nei limiti dell’obbedienza e per questo sono sceso dal Mio trono, per assaggiare il frutto della tua Misericordia “ (Diario 1312).

Nella devozione alla Divina Misericordia, Gesù ci concede ogni giorno un tempo eccezionale della grazia alle tre del pomeriggio. Si tratta dell’istante della Sua agonia sulla croce, di cui dice a santa Suor Faustina: E un’ora di grande misericordia per il mondo intero. (…) In quest’ora non rifiuterò niente all’anima che Mi preghi per la Mia passione … (Diario, 1320). Per poter approfittare di queste promesse, bisogna pregare con la fiducia ed aggiungere alla preghiera gli atti di carità verso i fratelli. Gesù ci propone tre modi di vivere l’Ora della Misericordia: fare la Via crucis, visitare il Santissimo Sacramento, e se questo non è possibile, unirsi a Lui, agonizzante sulla croce – in quel posto dove siamo alle ore 15.00. In questa preghiera ci rivolgiamo a Gesù e ci riferiamo ai meriti della Sua dolorosa passione. E un tempo privilegiato nella devozione alla Divina Misericordia, perciò l’Ora della Misericordia e la Coroncina alla Divina Misericordia è praticata ogni giorno in tutti i conventi della Congregazione. Si può collegare alla preghiera tramite la trasmissione on-line dal Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki sul sito: faustyna.pl   e tramite l’applicazione: Faustyna.pl

L’applicazione mobile, accessibile fin d’ora per android: Faustyna.pl   è pronta anche per iOS. Si può scaricarla dal sito tramite link oppure direttamente nel APP Store con la parola Faustyna.pl oppure Google Play con lo stesso titolo. Questa applicazione è accessibile in 7 lingue; facilita di poter approfittare del contenuto più importante sul sito: www.faustyna.pl     Si tratta di poter accedere più velocemente alla trasmissione on-line dal Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, alle informazioni su questo capo-luogo del culto della Divina Misericordia, alle informazioni per i pellegrini, alle notizie (annunzi e relazioni fotografiche degli eventi più importanti), al messaggio dal „Diario” per ogni giorno, ed anche per rendere più accessibile il contenuto del messaggio della Divina Misericordia, di santa Suor Faustina, e l’opera „Coroncina per gli agonizzanti”.

Aplikacja Faustyna pl

Nel Play Store è già disponibile l’applicazione Faustyna.pl per smartphone e tablet che è versione mobile del sito web www.faustyna.pl. L’app contiene i temi più importanti legati a santa suor Faustina, al culto della Divina Misericordia nelle forme trasmesse da Gesù, nonché pensieri per ogni giorno provenienti dal suo “Diario” ed informazioni sulla capitale del culto della Divina Misericordia – Santuario di Cracovia-Łagiewniki. L’applicazione permette inoltre di accedere alle foto ed ai messaggi aggiornati, alla trasmissione on-line dalla cappella con l’immagine miracolosa di Gesù Misericordioso, ma anche a nuove informazioni sugli eventi che hanno luogo nel Santuario di Łagiewniki. L’applicazione era stata preparata da Karolina Ślusarczyk e Klaudia Popko, parzialmente nell’ambito della loro tesi all’AGH Università della Scienza e Della Tecnologia sotto la guida del dottore Robert Chodorek, per facilitare ai pellegrini provenienti da tutto il mondo ed ai giovani che arriveranno a Cracovia per la Giornata Mondiale della Gioventù, l’accesso alle informazioni più importanti legate al messaggio della Misericordia e al Santuario di Łagiewniki. L’applicazione sarà disponibile in sette versioni linguistiche.

Sladami objawien Siostry Faustyny

Nella casa editrice “Misericordia” della Congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia è stato recentemente pubblicato il libro di suor M. Elżbieta Siepak, intitolato: “Sulle tracce delle rivelazioni di Santa Faustina a Cracovia-Łagiewniki”. È una guida particolare per la capitale del culto della Divina Misericordia, dove santa Faustina ebbe oltre 280 rivelazioni ed esperienze mistiche. Praticamente ogni posto a Łagiewniki porta tracce degli incontri straordinari della Apostola della Divina Misericordia con Gesù, la Mandonna, gli angeli, i santi o le anime sofferenti del purgatorio. Il maggior numero di visioni ed esperienze mistiche, cioè 116, santa Faustina visse nella cappella del convento, tra cui cinque volte sperimentò la presenza della Santissima Trinità. Il suo contatto con il mondo soprannaturale fu così reale e concreto come con il mondo sperimentato con i sensi. La pubblicazione di suor M. Elżbieta Siepak introduce il lettore nel clima delle esperienze straordinarie che santa Suor Faustina visse in questo Santuario.