Messaggi

Di ogni anno si commemora la « Giornata di santa Faustina » nell’ospedale col titolo di Giovanni Paolo II a Cracovia, via Prądnicka 80. Si celebrerà la santa Messa, il 17 settembre alle ore 15.20, nella cappella del Sacro-Cuore di Gesù, la quale è testimone fedele di presenza, preghiera e sofferenza dell’Apostola della Divina Misericordia e degli eventi straordinari nella sua vita. La Messa sarà preceduta dell’Ora di Misericordia e della Coroncina alla Divina Misericordia, pregata dalle sorelle del convento di Cracovia-Łagiewniki. La giornata di santa Faustina è organizzata dalla Direzione dell’Ospedale con titolo di Giovanni Paolo II e dalla Congregazione delle Suore B.V.Maria della Misericordia. Ci partecipano non solo le persone dell’assistenza sanitaria e medica, e gli ammalati dell’ospedale, ma anche i devoti della Divina Misericordia e di santa Suor Faustina. In questo ospedale l’Apostola della Divina Misericordia è stata ricoverata durante più di 8 mesi. Il 17 settembre 1938 ha lasciato l’ospedale, è ritornata nel convento, dopo di ché è partita alla Casa del Padre Celeste.

Santa Suor Faustina è arrivata a Cracovia per la prima volta nel gennaio 1926. A passato in questo luogo più di 5 anni. Ha abitato di solito nel convento della Congregazione B.V.Maria della Misericordia, ma rimaneva anche in altri luoghi, perciò, seguendo le sue tracce in questa città regale, dobbiamo anche visitare: la chiesa san Giuseppe in quartiere Podgórze – dove prima era la parrocchia del convento di Łagiewniki, la basilica del Sacro Cuore di Gesù, dove santa Faustina partecipava alla processione in onore al Sacro Cuore di Gesù, l’edificio presso via Szewska 22: ci si trovava la tipografia di J. Cebulski (hanno stampato le prime immaginette di Gesù Misericordioso e le preghiere tolte dal “Diario” dell’Apostola della Misericordia), pure la basilica di Santa Maria (Mariacka), dove ha pregato, dopo la visita nella tipografia. C’è anche l’ospedale Giovanni Paolo II (prima – l’ospedale di Prądnik), dova la Santa ha passato più di 8 mesi facendo la cura. E rimasta li la cappella con il suo posto indicato dove pregava. Il municipio della città ha fatto stampare gli opuscoli in diverse lingue, per le persone che vogliono seguire le tracce di santa Faustina a Cracovia.

“La serata con Gesù Misericordioso” nel Santuario nazionale di santo Giovanni Paolo II in Washington, si svolgerà questa volta sabato il 21 settembre. Sarebbe guidata dalle sorelle della comunità di Washington – Congregazione B.V.Maria della Misericordia. Come un’ospite particolare verrà il padre Jonathan Kalish, OP, direttore dei cappellani dei Cavalieri di Colombo. L’incontro inizierà alle ore 19.00 davanti al quadro di Gesù Misericordioso, con la Coroncina alla Divina Misericordia. Dopo l’intervento c’è nel programma l’adorazione di lode di Gesù nel Santissimo Sacramento. Per concludere, i giovani potranno incontrarsi prendendo il té o il caffé, per parlare sull’argomento sollevato durante l’intervento e per condividere la loro esperienza. Si organizzano “Le serate con Gesù Misericordioso” per i giovani che vogliono seguire le tracce di santa Suor Faustina e di santo Giovanni Paolo II e scoprire una nuova qualità di vita nell’amicizia con Gesù Misericordioso.

Il 28 settembre di quest’anno, nella ricorrenza della beatificazione di don Michele Sopoćko, alle ore 15.00, sulle piazze, sugli incroci ed intersezioni delle strade più affollate, ed anche sugli altri luoghi pubblici, pure sulle vie delle campagne, si troveranno i fedeli, per recitare la Coroncina alla Divina Misericordia. I partecipanti di questa preghiera imploreranno la misericordia per se stessi, per le loro famiglie, per la Patria, per la Chiesa ed il mondo intero. Ognuno di noi può partecipare a questa preghiera che ci ricorda il messaggio sulla misericordia di Dio, il quale Gesù aveva affidato a santa Suor Faustina. Basta trovare qualche posto su un incrocio e recitare la Coroncina alla Divina Misericordia, in modo personale o con un gruppo. Si può anche inserirsi alla preghiera in modo spirituale. Per saperne di più: www.iskra.jezuici.pl

 

Dal 2 settembre di quest’anno si procederà a ricostruire l’entrata principale al Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki. Si chiuderà dunque l’entrata in cappella con l’Immagine Miracolosa di Gesù Misericordioso e la tomba di santa Faustina – visto una ristrutturazione delle scale e il montaggio dell’ascensore per gli andicapati. Durante i lavori si potrà entrare al Santuario da parte della piazza del convento e la cappella della Passione del Signore. Si progetta di terminare i lavori a metà del mese di novembre.

A partire dal 1 settembre di quest’anno nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, e pure in altre cappelle della Congregazione della B.V.Maria della Misericordia iniziano le funzioni serali in onore alla Divina Misericordia, con la recita della Coroncina alla Divina Misericordia. Queste funzioni sono state introdotte nell’anno 1993 (dopo la beatificazione di Suor Faustina), come le funzioni nel mese di maggio, di giugno o di ottobre. Durante le funzioni di settembre si recita o si canta la Coroncina alla Divina Misericordia per l’intenzione seguente : chiedendo la misericordia per la nostra Patria ed il mondo intero. Il mese di settembre è il mese quando Gesù ha rivelato le parole della Coroncina alla Divina Misericordia ; c’è anche l’anniversario della seconda guerra mondiale. Queste circostanze, ed anche la situazione odierna nel mondo contemporaneo, ci fanno implorare « con forti grida » la misericordia per noi e per il mondo intero.

Con questo titolo nelle Edizioni “Misericordia” è apparso un libro di suor M.Emanuela Gemza CSBVMdeM, il quale racconta dei doni e dei frutti dello Spirito Santo nella vita di santa Suor Faustina. Sono gli interventi predicati durante l’anno intero della formazione continua nell’Associazione degli Apostoli della Divina Misericordia “Faustinum”. Si può acquistare il libro nei negozi delle Edizioni “Misericordia” nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki e anche nel negozio internet: www.milosierdzie.faustyna.pl

Alla domanda degli apostoli della Divina Misericordia, suor Elżbieta Siepak CSBVMdeM ha preparato una seconda edizione del libro “Ha reso straordinaria la vita quotidiana”, corretto e completato. Il libro è apparso nelle Edizioni Misericordia nella lingua polacca, spagnola e francese, e dovrebbe apparire nella lingua inglese. Il libro racconta la vita, la spiritualità e la missione di santa suor Faustina in un metodo enciclopedico. Dal ricco contenuto riguardante l’Apostola della Divina Misericordia è stato tolto quello che costituisce un messaggio importante nella sua scuola di spiritualità e la missione di proclamare il messaggio della Misericordia. E stata descritta la devozione alla Divina Misericordia, nelle forme trasmesse nel “Diario” di santa Faustina, con una lingua accessibile a tutti. Si può acquistare il libro nei negozi delle Edizioni Misericordia nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki e tramite negozio internet: www.misericordia.faustyna.pl

Gli ultimi mesi hanno portato qualche progresso nella costruzione del Santuario della Divina Misericordia in Płock. Attualmente proseguono i lavori legati alla facciata della chiesa. La torre è murata con il clinker. Successivamente, secondo le possibilità finanziari, si fa il montaggio delle finestre esteriori in legno e della falegnameria delle porte. Lo scopo principale dei lavori sino alla fine dell’anno 2019 è di chiudere gli edifici con la falegnameria, coprire il tetto ed eseguire tutte le facciate, con i colori. Si progetta anche l’inizio dei lavori legati alla pianificazione territoriale.

Si può costruire il Santuario della Divina Misericordia a Płock grazie alle offerte mandate alla Congregazione della B.V.Maria della Misericordia, dai devoti della Divina Misericordia ed i fedeli di buona volontà. Le sorelle ringraziano per ogni dono del cuore che fa si, che al luogo della prima apparizione di Gesù Misericordioso a santa Faustina, è costruito questo tempio. Si prega ogni giorno durante l’Ora della Misericordia, e con le parole della Coroncina alla Divina Misericordia, per coloro che sostengono la costruzione, in un modo materiale e spirituale. Il 22 di ogni mese è celebrata la santa Messa per tutti i benefattori.

Nella devozione alla Divina Misericordia, Gesù ci concede ogni giorno un tempo eccezionale della grazia alle tre del pomeriggio. Si tratta dell’istante della Sua agonia sulla croce, di cui dice a santa Suor Faustina: E un’ora di grande misericordia per il mondo intero. (…) In quest’ora non rifiuterò niente all’anima che Mi preghi per la Mia passione …(Diario, 1320). Per poter approfittare di queste promesse, bisogna pregare con la fiducia ed aggiungere alla preghiera gli atti di carità verso i fratelli. Gesù ci propone tre modi di vivere l’Ora della Misericordia: fare la Via crucis, visitare il Santissimo Sacramento, e se questo non è possibile, unirsi a Lui, agonizzante sulla croce – in quel posto dove siamo alle ore 15.00. In questa preghiera ci rivolgiamo a Gesù e ci riferiamo ai meriti della Sua dolorosa passione. E un tempo privilegiato nella devozione alla Divina Misericordia, perciò l’Ora della Misericordia e la Coroncina alla Divina Misericordia è praticata ogni giorno in tutti i conventi della Congregazione. Si può collegare alla preghiera tramite la trasmissione on-line dal Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki sul sito: faustyna.pl   e tramite l’applicazione: Faustyna.pl

Visto i cambiamenti in Google nel sistema operativo, è stata attualizzata e applicata alla nuova tecnologia l’applicazione: Faustyna.pl su android. Si attualizzerà pian piano dalle persone che l’hanno già scaricata e si può installarla tramite Google Play oppure il sito www.faustyna.pl L’applicazione in 7 lingue contiene: un’accesso facile alla trasmissione on-line dal Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, attualità (relazioni fotografiche degli eventi più importanti), un pensiero tolto dal “Diario” di santa Faustina per ogni giorno e una possibilità di approfittare di quest’opera, guardare un diaporama in gigapiksel dell’Immagine Miracolosa di Gesù Misericordioso, notizie per i pellegrini, accesso più facile a tutto ciò che riguarda il messaggio di Gesù Misericordioso e di santa Faustina nel testo in file e multimedia e all’opera “La coroncina per gli agonizzanti”.

Ogni giovedi nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki davanti al Quadro Miracoloso di Gesù Misericordioso e presso la tomba di santa Faustina, il gruppo “Custodia” con le sorelle della B.V.Maria della Misericordia pregano per i sacerdoti. Dalle ore 20.00 alle 21.30 durante l’adorazione e la recita del santo Rosario imploriamo le grazie per coloro che dispensano la Divina Misericordia, perché siano fedeli alla loro vocazione e possano guidare i fedeli che sono loro affidati. Possono unirsi alla preghiera tutti coloro che sono collegati al Santuario di Łagiewniki tramite la trasmissione on-line sul sito: www.faustyna.pl e www.sanktuarium.faustyna.pl

Ogni giovedi, alle ore 17.00, nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, è celebrata la santa Messa, in onore alla Divina Misericordia, per l’intercessione di santa Faustina. La Messa è celebrata per le intenzioni dei fedeli, offerte come richieste e ringraziamenti, davanti all’Altare con l’Immagine Miracolosa di Gesù Misericordioso e presso la tomba dell’ Apostola della Divina Misericordia. Si può inserire le intenzioni anche prima della Messa. Coloro che non possono essere presenti fisicamente, possono essere collegati alla preghiera tramite la trasmissione on-line sul sito www.faustyna.pl

Qualche giorno, la fine di luglio e l’inizio agosto del 1937 Suor Faustina ha trascorso nel convento della Congregazione B.V.Maria della Misericordia, presso via Słowacki 12 in Rabka, centro balneare, oggi luogo dei numerosi sanatori. Molte persone, innanzitutto i bambini, vogliono approfittare del clima di Rabka, però non era favorevole per questa Apostola della Misericordia, ammalata della tubercolosi dei polmoni e del tratto digestivo, perciò non poteva rimanere li. Però il suo soggiorno li ha avuto un significato importante nella vita e ha importanza per coloro che seguono le sue tracce. In questo convento della Congregazione, Suor Faustina ha avuto un’incontro importante con san Giuseppe che gli ha promesso un’aiuto particolare e la protezione nel proclamare il messaggio della Misericordia. Lei ha anche ascoltato un canto dell’angelo che aveva raccontato tutta la sua vita; lei è rimasta sorpresa e fortificata nella sofferenza. C’è una targa commemorativa all’entrata nel convento, che ricorda il suo soggiorno li. Si è conservata anche la stanza dove ha abitato. Per saperne di più

Li dove muoiono i santi, Dio depone tutto il loro eritaggio. E cosi accade con santa Faustina. Perciò il terreno della Congregazione Beata Vergine Maria della Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, dove il 5 ottobre 1938 è deceduta, è diventato capitale mondiale del culto della Divina Misericordia e un luogo centrale della sua venerazione. Numerosi pellegrini dal mondo intero arrivano in quel luogo. Ogni anno i pellegrini di circa 100 paesi del mondo ci stanno arrivando, perciò il Santuario di Łagiewniki si inserisce all’elenco dei più importanti santuari nel mondo, per quanto riguarda il numero dei paesi. E un luogo di 280 apparizioni ed esperienze mistiche dell’Apostola della Divina Misericordia, e innanzitutto il luogo di sperimentare la presenza amorevole di Dio – luogo di molti miracoli, dei quali parlano tantissimi ex-voto sulle mura e le testimonianze scritte, mandate all’indirizzo del convento. Per saperne di più: faustyna.pl

Sulle tracce della rivelazione del messaggio della Misericordia si trova Wilno, luogo importante, situato prima sul terreno della Polonia. Nel convento della Congregazione Beata Vergine Maria della Misericordia in Antokol, presso via Senatorska 25 (oggi Grybo 29) Suor Faustina rimaneva due volte: 4 mesi nel 1929 e negli anni 1933-1936, più di tre anni. In questa città ha incontrato padre Michał Sopoćko, che è stato il suo direttore spirituale e l’aiuto nel compiere la missione trasmessale da Gesù. Grazie a lui, presso via Rasu 6, è stato dipinto il primo Quadro di Gesù Misericordioso, esposto per la prima volta alla venerazione pubblica in Ostra Brama (la Porta dell’Aurora) nell’aprile del 1935. Qualche mese dopo Gesù ha dettato a Suor Faustina la preghiera molto conosciuta oggi nel mondo, la Coroncina alla Divina Misericordia. Miracolosamente è rimasto l’edificio dove ha avuto luogo quel evento. Le altre strutture sono state tutte distrutte. Hanno organizzato un piccolo museo, appartenente all’arcidiocesi di Wilno, nella “dacia” che è rimasta, dove santa Faustina ha cominciato a scrivere il suo “Diario” e dove Gesù le ha detto di fondare una “nuova congregazione” (il Movimento Apostolico della Divina Misericordia). Sulle tracce di santa Faustina in Wilno c’è anche la chiesa san Michele, dove l’Apostola della Misericordia talvolta approfittava della confessione dal padre Sopoćko, rettore della chiesa, e dove si trovava per un po’ di tempo il primo quadro di Gesù Misericordioso. Questa immagine era venerata dal 1985 nella chiesa Spirito Santo, e dal 2005 nella chiesa Santissima Trinità – Santuario della Divina Misericordia in Wilno. Forse la Santa partecipava anche alle solennità e alle funzioni importanti nella chiesa in barocco san Pietro e Paolo e nel cimitero trovandosi vicino, dove ci sono le tombe delle suore che sono morte nel convento di Wilno. Per saperne di più

Un luogo molto importante sulle tracce di santa Faustina rimane Płock. In questa città, nel convento della Congregazione Beata Vergine Maria della Misericordia è iniziata la sua missione profetica, presso Stary Rynek. Li è apparso Gesù Misericordioso alla Santa chiedendole di dipingere l’immagine e far istituire nella Chiesa la festa della Divina Misericordia. Questo luogo a partire dell’anno 2000 è diventato Santuario della Divina Misericordia, dove attualmente si sta costruendo un nuovo tempio con la struttura per gli apostoli della Divina Misericordia e numerosi pellegrini che visitano quel luogo. Si può visitare anche Stary Rynek, la cattedrale e la chiesa san Bartolomeo, perché si trovano anche li le tracce dell’Apostola della Divina Misericordia, la quale durante la sua permanenza nel convento di Płock negli anni 1930-1932, insieme alle sorelle ha partecipato alle funzioni religiose. Dalla finestra della sua stanza poteva vedere l’edificio della famosa “Małachowianka” – una delle più vecchie scuole in Polonia, fondata nel 1180, che si trova nella vicinanza del convento. Da Płock, si potrebbe fare un percorso di 10 kilometri dirigendosi verso Biała, luogo dove la Santa passava qualche volta. Per saperne di più

Sulle tracce di santa Faustina si trova Kiekrz, paese molto bello sul Lago Piccolo di Kiekrz, vicino Poznań. L’Apostola della Divina Misericordia ha passato li poco tempo nel 1929, ma nel suo “Diario” c’è un pensiero sul convento della Congregazione B.V.Maria della Misericordia in Kiekrz e anche sul lago. Quando Suor Faustina si trovava sul lago contemplando la presenza di Dio nell’opera della creazione, ha visto Gesù che gli ha detto: Ho creato tutto questo per te, Mia sposa, e sappi che tutte le bellezze sono nulla in confronto a quello che ti ho preparato nell’eternità (Diario, 158).

Visto la permanenza di santa Faustina in quel luogo e il culto che si sta diffondendo li, la cappella della Congregazione a Kiekrz, nel 2015 è stata nominata Santuario di santa Suor Faustina. I pellegrini che vengono, possono fare il percorso di santa Faustina fino al Piccolo Lago di Kiekrz e fare la Via crucis fuori. Nel luogo dell’apparizione di Gesù si trova l’altare all’aperto dove è celebrata la santa Eucaristia nelle solennità. C’è una possibilità di vedere un piccolo museo presso il convento: alcuni oggetti di vita religiosa al tempo di santa Faustina. Per saperne di più

Seguendo le tracce di santa Faustina da Varsavia, possiamo andare a Walendów e Derdy, sono le località situate circa 20 km dalla capitale della Polonia. L’Apostola della Divina Misericordia è venuta a Walendów per la prima volta per fare gli esercizi spirituali nel novembre 1932, durante i quali ha incontrato il padre E. Elter che gli aveva detto che quello che aveva vissuto nel suo intimo, veniva da Dio. A questa occasione è venuta anche al convento di Derdy, situato a 1 km, nel bosco, il convento della Congregazione B.V.Maria della Misericordia. Un’altra volta Suor Faustina è arrivata a Walendów verso la fine del marzo 1936. Di seguito, dopo qualche settimana si è fermata nel convento a Derdy. Nella lettera scritta al padre Sopoćko, parlava della casa di Derdy, che era come “uscita dalla favola”. Era circondata dal bosco, vicino non c’era nessuna struttura, c’era calma e silenzio. Tutto aiutava al raccoglimento dello spirito, solo gli uccelli del bosco stavano interrompendo il silenzio e con il loro balbettio lodavano il loro Creatore. “In tutto quello che mi circonda vedo il mio Dio” – scriveva santa Faustina. Oggi in questo luogo le sorelle lavorano nella casa di ritiro e nell’asilo. Per saperne di più…

Suor Faustina come Helena Kowalska è arrivata a Varsavia verso la fine del giugno e l’inizio luglio 1924, per cercare un posto nel convento – come ha voluto Gesù stesso. Nella capitale ha passato più di un anno. Siccome la capitale è stata molto devastata durante la seconda guerra mondiale, si può vedere i posti, dei quali sappiamo, che è passata li. E la stazione dei treni, dove oggi c’è un museo delle ferrovie, la chiesa san Giacomo presso via Grójecka 58, dove il parroco l’ha aiutato, quando è arrivata nella città, dandole l’indirizzo della signora Aldona Lipszyc, dalla quale ha abitato. Helena ha cominciato il suo lavoro a Ostrówek ( Klembów) per avere qualche soldo per una dote che occorreva se si voleva entrare nel convento. Il luogo del suo soggiorno nella Congregazione Beata Vergine Maria della Misericordia fu il convento presso via Żytnia 3/9. Partecipava ogni giorno all’Eucaristia e pregava nella chiesa parrocchiale che serviva allora alle suore e alle educande; oggi costituisce una parrocchia – il Santuario di santa Faustina.

Helena Kowalska è venuta a Łódź nel 1922 rimanendo li quasi 2 anni. Seguendo le sue tracce, bisogna visitare qualche posto importante nella sua vita. Prima – la casa presso via Krośnieńska, dove ha abitato dal suo zio Rapacki – oggi la sede del convento delle Suore B.V.Maria della Misericordia e un luogo di diversi incontri della gente. Non tanto lontano si trova il parco Wenecja (oggi parco Słowacki), il quale si ricorda la visione del Cristo sofferente durante la danza della giovane Helena. Da qui, quando ha interrotto la danza, ha fatto una corsa fino alla cattedrale san Stanislao Kostka, dove ha sentito le parole di Gesù – di partire subito per Varsavia e li cercare un convento. C’è anche l’abitazione presso via Abramowski 29, dove Helena abitava, occupandosi della famiglia di Marianna Sadowska-Wieczorek la quale lavorava nel negozio al pianterreno. Dalla stazione dei treni Łódź Fabryczna fino a Varsavia, Helena è partita probabilmente verso la fine del mese di giugno o l’inizio di luglio 1924. Nell’anno 2005 santa Faustina è ritornata li, all’invito delle autorità della città, per aver un Patronato della città. Oggi la sua bella statua è situata davanti alla chiesa col suo titolo, è rappresentata come una persona che sta implorando la misericordia per la città e per il mondo intero. Per saperne di più

All’età di 16 anni, Elena Kowalska, per la prima volta ha lasciato la casa paterna in Głogowiec e si è recata per servire presso la famiglia di Leokadia e Kazimierz Bryszewski in Aleksandrów Łódzki. Loro avevano una panetteria presso via Parzęczewska, oggi via 1 Maja 7, in questo luogo. Si è conservata la casa dei Bryszewski, abitata oggi dalle altre famiglie. Si è conservata la chiesa san Rafał, in cui l’Apostola della Divina Misericordia nell’anno 1922 in febbraio ha ricevuto il sacramento della cresima. Negli ultimi anni in questo luogo si incontrano i giovani dell’arcidiocesi di Łódz ed i giovani che si stanno preparando a questo sacramento. Prima era un paese dell’industria della tessitura, della storia e cultura interessanti, dove era un centro importante dei rabbini chassidim, e pure una chiesa evangelica. Oggi li ci sono tanti pellegrini che vanno sulle tracce di santa Suor Faustina. Per saperne di più….

Seguendo le tracce di santa Faustina, dalla sua casa paterna a Głogowiec, trascorriamo il percorso di due kilometri verso la chiesa parrocchiale in Swinice Warckie, il quale Elena Kowalska faceva con i genitori, con fratelli e sorelle. Poi prendeva questa strada quotidianamente andando a scuola. In chiesa è rimasto un battistero, presso al quale due giorni dopo la nascita, il 27 agosto 1905, è diventata figlia di Dio, essendo inserita alla comunità della Chiesa. C’è un confessionale, dove si confessava per la prima volta e anche dopo essendo fanciulla. In questa chiesa per la prima volta si è accostata alla santa Comunione ricevendo Gesù; li ha sentito una voce che la chiamava a servire Dio. Oggi questa chiesa col titolo di san Casimiro è diventato il Santuario della Nascita e del Battesimo di santa Faustina, visitato dai numerosi pellegrini provenienti dal nostro paese e dal mondo intero. Purtroppo non c’è più la scuola dove frequentava per tre anni l’Apostola della Divina Misericordia, scuola aperta nel 1917, dopo il tempo dell’occupazione russa. Per saperne di più…

Durante le vacanze molte persone vogliono seguire le tracce della vita di santa Faustina. Vogliamo dunque proporre agli utenti di internet un pellegrinaggio virtuale ai luoghi legati alla vita e alla missione profetica di santa Faustina che ha ricevuto da Gesù. Cominciamo dal luogo della nascita dell’Apostola della Divina Misericordia a Głogowiec. La casa familiare dei Kowalski appartiene adesso al Santuario del Battesimo e della Nascita di santa Faustina a Świnice Warckie. Si può visitarla e vedere come la famiglia dell’ Apostola della Divina Misericordia aveva vissuto. La casa e la fattoria, sono state adattate ai bisogni dei pellegrini che vengono in questo luogo. Le sorelle del convento in Świnice Warckie della Congregazione B.V.Maria della Misericordia, si occupano della casa di santa Faustina a Głogowiec. Per saperne di più….

Visto che si sta costruendo „Trasa Łagiewnicka”, attualmente si arriva in un altro modo al Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki. Non solo con la macchina o il pullman si dovrebbe arrivare in un altro modo. Anche i pellegrini che vogliono giungere il Santuario tramite il tram devono stare attenti. E annulata la fermata: Sanktuarium Bożego Milosierdzia. Dunque, andando con il tram della linea Borek Fałęcki, bisogna scendere alla fermata ZUS (si dovrebbe chiedere) oppure alla fermata Solvay e giungere cosi il Santuario a piedi.

Secondo la tradizione, ogni anno il 1 gennaio, in tutti i conventi della Congregazione delle Suore Beata Vergine Maria della Misericordia si svolge il sorteggio dei Santi Patroni per il nuovo Anno. Noi sappiamo che santa Faustina teneva molto a quel evento. Lei aveva questo desiderio che qualcuno dal Cielo la sostenga nell’Anno nuovo. Nel suo “Diario” ha scritto: Durante la meditazione, mi venne uno di questi segreti desideri e cioé che Gesù Eucaristico fosse il mio Patrono particolare anche per quest’anno, come per il passato. Nascosi però questo mio desiderio al mio Diletto, parlai con Lui di tutto, ad eccezione del fatto che Lo volevo come Patrono. Quando andammo in refettorio per la colazione, dopo aver fatto il segno della croce, ebbe inizio l’estrazione dei Patroni. Appena mi avvicinai alle immaginette sulle quali erano scritti i Patroni, ne presi una senza pensarci e non la lessi subito. Volevo mortificarmi per qualche minuto. All’improvviso sento nel mio intimo una voce: Sono il tuo Patrono, leggi. Allora guardai subito quello che c’era scritto e lessi : Patrono per il 1935 la Santissima Eucaristia. Il cuore mi sobbalzò dalla gioia (Diario, 360).

Insieme al Santo Patrono ogni suora riceve un’intenzione di preghiera e un messaggio. I patroni vengono sorteggiati anche dalle persone legate alla congregazione: sacerdoti, collaboratori, membri e volontari dell’associazione “Faustinum”, amici e membri del gruppo del Santuario della Divina Misericordia su Facebook. Dal 1 gennaio 2018, sono anche gli utenti di internet, del sito : faustyna.pl che possono estrarre a sorte i santi Patroni.

Che i santi Patroni ci sostengano e ci aiutino a vivere sempre in un modo più bello, a partecipare più pienamente alla vita e alla missione di Gesù che rivela al mondo l’amore misericordioso di Dio.

Seguendo le tracce delle apparizioni di santa Suor Faustina, dopo aver passato il portone di entrata e dopo aver incontrato Gesu Misericordioso come un giovane mendicante, ci fermiamo un po qualche passo piu avanti, sul cortile davanti al convento. Li crescono i vecchi alberi ed un’aiuola con la statua di san Giuseppe, la quale certo, si ricorda bene l’apparizione di Gesù nel maggio 1933. Nel giorno di partenza per Vilnius, il 27 maggio, Suor Faustina è uscita davanti al convento, stava proprio presso l’aiuola. Ha diretto lo sguardo verso il giardino, il convento, si è ricordata quante grazie ha ricevuto qui durante il suo postulandato, il noviziato, anche l’ultimo mese, e tra l’altro, la grazia dello sposalizio perpetuo con Gesù, pure di aver avuto il padre spirituale Giuseppe Andrasz SI che ha capito perfettamente la sua vita spirituale e sua missione. Ha avuto nostalgia di lasciare il convento. Le sono venute le lacrime agli occhi ed allora, inaspettatamente, presso l’aiuola, ha visto Gesù, suo Sposo, che le disse: Non piangere, Io sono sempre con te (Diario, 259). La presenza di Dio che l’ha investito mentre Gesù parlava, durava per tutto il tempo del viaggio di Suor Faustina a Vilnius.

Un’altro luogo delle apparizioni di santa Faustina a Cracovia-Łagiewniki è il convento. Suor Faustina ha avuto gli incontri straordinari con gli abitanti del Cielo nel dormitorio, nell’infirmeria, nel refettorio, sul corridoio, nel parlatorio, nella stanza della superiora o nella sala delle riunioni della Congregazione. Gesù le trasmetteva le informazioni importanti, riguardanti il culto della Divina Misericordia (con il quale è stata mandata al mondo intero), anche nei luoghi abbastanza prosaici come il corridoio prima di entrare in cucina. A metà di settembre 1936 Suor Faustina ha sentito in questo luogo una promessa importante, legata alla recita della coroncina alla Divina Misericordia. Recita continuamente la coroncina che ti ho insegnato – ha detto Gesù. Chiunque la reciterà, otterrà tanta misericordia nell’ora della morte. I sacerdoti la consiglieranno ai peccatori come ultima tavola di salvezza, anche se si trattasse del peccatore più incallito, se recita questa coroncina una volta sola, otterrà la grazia dalla Mia infinita Misericordia. Desidero che tutto il mondo conosca la Mia Misericordia. Desidero concedere grazie inimmaginabili alle anime, che hanno fiducia nella Mia Misericordia (Diario, 687).

Suor Faustina ha avuto tantissimi incontri con Gesù, la Madonna, santa Teresina di Gesù Bambino, le anime del purgatorio. Il 15 agosto del 1937 nel salone della Congregazione, quando le sorelle hanno pronunciato l’atto di elezione della Madonna come una Celeste Superiora Generale della Congregazione, suor Faustina ha visto la Madonna e così ha descritto questo evento: Verso la fine della cerimonia, ho visto la Vergine Santissima che mi ha detto: “O, quanto mi è gradito l’omaggio del vostro amore !”. E in quello stesso momento ha coperto col Suo manto tutte le suore della nostra Congregazione. Can la mano destra ha stretto a Sė la madre generale Michaela e con la sinistra me, e tutte le suore erano ai Suoi piedi coperte dal Suo manto. Poi la Madre di Dio ha detto: “Ognuna di voi che persevererà nello zelo fino alla morte nella Mia Congregazione, eviterà il fuoco del purgatorio, e desidero che ciascuna si distingua per queste virtù: umiltà e mitezza, purezza e amor di Dio e del prossimo, compassione e misericordia”. Dopo queste parole è scomparsa tutta la Congregazione, sono rimasta sola con la Madonna, la quale mi ha istruita circa la volontà di Dio, come applicarla nella vita, sottomettendomi totalmente ai Suoi santissimi decreti. E impossibile piacere a Dio non facendo la Sua santa volontà. “Figlia Mia, ti raccomando vivamente di compiere fedelmente tutti i desideri di Dio, poichė questa è la cosa cara ai Suoi occhi. Desidero ardentemente che tu ti distingua in questo, cioè in questa fedeltà nell’adempiere la volontà di Dio. La volontà di Dio anteponila a tutti i sacrifici ed olocausti”. Mentre la Madre Celeste parlava con me, è entrata nella mia anima una profonda comprensione della volontà di Dio (Diario, 1244). Per saperne di più

Seguendo le tracce delle apparizioni di santa Suor Faustina nel Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki, ci fermiamo un’istante presso un’edificio che aderisce alla via Siostry Faustyny. Le sorelle lo chiamano “Antoninek”. Il vecchio edificio (con la porta precedente) è stato demolito e in questo luogo è stato costruito un nuovo, nel quale si trovano le stanze per i pellegrini e la sede dell’Associazione internazionale degli Apostoli della Divina Misericordia “Faustinum”.

Suor Faustina abitava in “Antoninek” a partire dal settembre 1937 fino al marzo del 1938. Dal gennaio 1938, essendo già malata, molto tempo passava nella sua stanza. Ha descritto nel “Diario”, in quel tempo, più di 50 grazie straordinari. Furono, di solito, gli incontri con Gesù (41) riguardanti la missione di proclamare il messaggio della Misericordia, la vita spirituale e come fortificarsi nella lotta con il satana. E proprio in questo luogo aveva scritto le parole famose di Gesù: Nell’Antico Testamento mandai al Mio popolo i profeti con i fulmini. Oggi mando te a tutta l’umanità con la Mia misericordia (Diario 1588). Qui ha sentito alcune promesse di Gesù riguardanti la Coroncina alla Divina Misericordia, la diffusione del culto della Misericordia e l’Ora della Misericordia.

Figlia Mia, ogni volta che senti l’orologio battere le tre, ricordati di immergerti tutta nella Mia Misericordia, adorandola ed esaltandola; invoca la sua onnipotenza per il mondo intero e specialmente per i poveri peccatori, poichė fu in quell’ora che venne spalancata per ogni anima. In quell’ora fu fatta grazia al mondo intero, la Misericordia vinse la giustizia. Figlia Mia, in quell’ora cerca di fare la Via crucis, se i tuoi impegni lo permettono e se non puoi fare la Via Crucis, entra almeno per un momento in cappella ed onora il Mio Cuore che nel Santissimo Sacramento è pieno di misericordia. E se non puoi andare in cappella, raccogliti in preghiera almeno per un breve momento la dove ti trovi. Voglio il culto della Mia Misericordia da ogni creatura, ma prima di tutto da te, poichė a te ho fatto conoscere questo mistero nella maniera più profonda (Diario 1572).

Suor Faustina ha avuto in quel luogo un’incontro molto importante con la Madonna, la quale ha descritto così: Vidi la Madonna in un grande splendore, con una veste bianca, una cintura d’oro e piccole stelle anch’esse d’oro su tutta la veste e le maniche a triangolo guarnite d’oro. Aveva un manto azzurro gettato leggermente sulle spalle, in capo aveva un velo leggero trasparente, i capelli sciolti, sistemati splendidamente ed una corona d’oro che terminava con piccole croci. Sul braccio sinistro teneva il Bambino Gesù. Una Madonna così non l’avevo ancora vista. Ad un tratto mi guardò amabilmente e disse: “Sono la Madonna dei sacerdoti”. Poi depose a terra Gesù ed alzò la mano destra verso il cielo e disse: “O Dio, benedici la Polonia, benedici i sacerdoti”. E di nuovo rivolta verso di me disse: “Racconta ai sacerdoti quello che hai visto” (Diario, 1585).

Nel tempo della stagione molte persone visitano il Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki. Pregano davanti al Quadro Miracoloso di Gesù Misericordioso e presso la tomba di santa Suor Faustina, approfittano dei santi sacramenti,, visitano il museo con gli oggetti originali dell’Apostola della Divina Misericordia per sperimentare la presenza amorosa di Dio. Le sorelle aiutano loro nel vivere fruttuosamente il pellegrinaggio, proclamando il messaggio della Misericordia; ci sono anche le guide, soprattutto il libro: “Santuario della Divina Misericordia a Cracovia-Łagiewniki. Peregrinatio con santa Faustina” e “Sulle tracce delle apparizioni di santa Suor Faustina”. Il Santuario di Łagiewniki è testimone di più di 280 esperienze straordinarie di santa Faustina, scritte nel “Diario” ed i miracoli i quali sperimentano qui i pellegrini. Praticamente ogni posto, cominciando dall’entrata, e finendo sul tempio, portano le tracce di quei incontri straordinari.

Iniziamo la presentazione di quei luoghi, entrando sul terreno del Santuario, sul cortile del convento. Prima il portone del convento si trovava in quel luogo, perché era chiuso per le persone dall’esterno. Quando suor Faustina lavorava alla porta del convento, i Cherubini vegliavano sulla porta e nell’autunno del 1937 è venuto Gesù, bussando alla porta, come un giovane mendicante. Suor Faustina cosi scrive nel suo “Diario”: Oggi Gesù è venuto alla porta del convento sotto l’apparenza di un giovane povero. Un giovane macilento, con un vestito a brandelli, scalzo ed a capo scoperto; era molto infreddolito, perché era una giornata piovosa e piuttosto fredda. Ha chiesto di poter mangiare qualche cosa di caldo. Sono andata in cucina, ma non ho trovato nulla per i poveri. Però dopo aver cercato un momento ho trovato un po’ di minestra, che ho riscaldato e vi ho sminuzzato un po’ di pane e l’ho dato al povero che l’ha mangiata. Nel momento in cui riprendevo da lui la scodella, mi ha fatto conoscere che era il Signore del cielo e della terra. Appena L’ho visto cosi com’è, mi è scomparso dagli occhi. Quando sono entrata in casa e pensavo a quello che era successo in portineria, ho udito nell’anima queste parole: “Figlia Mia, sono giunte ai miei orecchi le benedizioni dei poveri, che allontanandosi dalla porta del convento Mi benedicono e Mi e piaciuta questa Tua Misericordia nei limiti dell’obbedienza e per questo sono sceso dal Mio trono, per assaggiare il frutto della tua Misericordia “ (Diario 1312).